Primo numero del Nuovo Anno e facciamo un bilancio ragionato sui volumi usciti in occasione del cinquantenario del ’68: testimonianze e riflessioni di donne che c’erano e hanno vissuto quel mitico anno scegliendo la militanza politica e/o l’impegno sociale. L’insieme restituisce un mosaico cangiante e ricchissimo che ci
consente di capire come e perché il nodo politica/femminismo sia tuttora così complesso e problematico pure in un contesto assai diverso, non solo perché è lo scenario politico, sociale e culturale del nostro Paese a essere profondamente mutato, ma anche perché “per fortuna” ci sono nuove figure di protagonismo femminile a occupare la scena. Non ci furono solo “ragazze” nel ’68, ma anche donne già adulte: datare gli eventi è importante perché spiega la complessità e il senso di ciò che è accaduto. E dà ragione di una continuità che la componente maschile di quei movimenti generalmente non ha avuto.

Parliamo di teatro attraverso il dialogo tra Sarah Perruccio e l’attrice Elena Bucci, di Women’s Studies negli Usa con una intervista di Loredana Magazzeni a Cosetta Seno e un articolo di Gabriella Romani; Anna Toscano ricorda la veneziana Alda Monico e Maria Vittoria Vittori ha intervistato la scrittrice Elisabeth Åsbrink. Pina Mandolfo e Anna Trapani ci raccontano l’ultimo bellissimo libro di Maria Attanasio mentre Daniela Matrònola sceglie un recente breve romanzo di Patrizia Carrano.

Dedichiamo alcune pagine all’amata Fabrizia Ramondino, scrittrice che non merita l’oblio in cui si trova. E c’è anche un piccolo Focus sull’amore, dentro e fuori il matrimonio, come lo raccontano scrittrici e scrittori di lingue e paesi diversi. E ancora: a che punto è la relazione tra padri e figlie? Ce ne parla Saveria Chemotti. E come stanno cambiando le relazioni d’intimità? Lo mette a fuoco Giuliana Misserville in una recensione dell’ultimo libro di Barbara Mapelli. Marina De Chiara ha letto il magnifico libro di María de las Nieves sullo stereotipo della “puella” e Daniela Daniele annuncia l’uscita (finalmente anche in italiano) del volume di Shari Benstock sulle donne della Rive Gauche. Infine, in occasione del Giorno della Memoria, vi segnaliamo l’articolo di Annalisa Comes su Mireille Gansel e la rubrica di Loredana Metta. Letture, under-15, Rubriche e News completano il menu di questo fascicolo. In cui vi preghiamo di non trascurare le pagine della nostra Campagna abbonamenti: siamo sicure che non vorrete certo trascorrere il 2019 senza la vostra Leggendaria!

Ci vediamo a marzo (8-10), alla seconda edizione della Fiera dell’editoria delle donne: Feminism/2. Stiamo preparando un numero fantasmagorico per l’occasione. Vi
aspettiamo e intanto buone letture.

Svuota

Description

Editoriale

TEMA DONNE DEL/NEL ‘68

Donne e ‘68. Storie di chi c’era e ancora c’è
Nel cinquantenario dell’anno che ha segnato la storia di più generazioni,
una serie di volumi a firma femminile testimoniano e riflettono sui cambiamenti avvenuti nella dialettica tra singole esistenze e movimenti collettivi.
Un mosaico ricchissimo composto da frammenti di vite e testi, esperienze e contesto, allargando lo sguardo anche al Sud spesso dimenticato
di Anna Maria Crispino

Eretiche e ribelli
Biografie di donne note o meno note che hanno vissuto quel ‘68 dopo il quale nulla fu più come prima. Non tutte sono diventate femministe 
ma tutte hanno cambiato la loro vita e la nostra
di Silvia Neonato

Il mondo visionario delle ragazze di Maggio
Se è vero che il femminismo non è figlio del ’68 è però innegabile che le giovani di allora ne condivisero tanti fermenti culturali
e le passioni che rivoluzionarono quell’epoca
di Daniela Bertelli

Non fummo il “reparto donne” di un’altra ideologia
Nella lettera che Carla Lonzi scrisse a l’Espresso, e che non fu mai pubblicata, le ragioni che segnarono la presa di coscienza del femminismo italiano
 e la presa di distanza dal ‘68
di Paola Meneganti

Quando il vento del cambiamento entrò nelle scuole
Escono sulla rivista L’erba voglio, tra il 1971 e il 1977, gli scritti su femminismo ed educazione di Luisa Muraro e Lea Melandri.
 Fu una profonda messa in discussione della scuola: 
non più docenti sentinelle delle istituzioni ma un lavoro collettivo di ricerca
di Loredana Magazzeni

Il sentimento della politica
Piccola storia di una ragazza meridionale
di Anna Maria Crispino

FOCUS/AMORE

Amore&Matrimonio (Maria Serena Palieri)
Un ricco viaggio letterario alla scoperta delle variazioni
di un sentimento universale che però si coniuga in modo diverso, fuori e dentro il matrimonio, in epoche e Paesi in Occidente e altrove
di Nadia Tarantini

Figli expat: amore di genitori, ma a distanza
I nostri giovani laureati vanno all’estero per conseguire il dottorato, poi lasciano la famiglia e non tornano indietro.
Il motivo è presto detto: migliori retribuzioni e infrastrutture di qualità (Assunta Sarlo)
di Luciana Di Mauro

La metamorfosi del rosa
Autrici post-femministe riscrivono le regole del romanzo sentimentale e dettano le nuove regole delle relazioni con gli uomini
di Nadia Tarantini

Ma come s’impara l’amore?
Una graphic novel doppia, dalla parte di lui e da quella di lei, per raccontare quanta confusione provocano i primi segnali dell’innamoramento e del desiderio sessuale negli adolescenti (Annette Herzog)
di Sara Bennet

PRATICHE

Una stanza tutta per noi
Il fondo librario e archivistico
di Eloisa Manciati è ora consultabile in una apposita sezione
della biblioteca di Orvieto
di Elvira Federici

Un canto alla vita
Nello spettacolo Onde, le parole rievocate, reinventate, rammemorate di Virginia Woolf e Katherine Mansfield si rincorrono nella voce
e attraverso il corpo dell’attrice, drammaturga e regista che ha attinto alle storie e alle lettere delle due scrittrici
di Sarah Perruccio, in dialogo con Elena Bucci

IN MEMORIA

Una moltitudine di personagge
Le presenze femminili nei romanzi
di Alda Monico, scrittrice veneziana scomparsa nel luglio scorso
di Anna Toscano

INTERVISTA/1

1947, quando iniziò il presente
Un racconto in forma autobiografica che,
 alla ricerca del passato della propria famiglia, mette 
a fuoco un anno fondamentale per la definizione delle questioni dell’oggi
Intervista di Maria Vittoria Vittori a Elisabeth Åbrink

INTERVISTA/2

Femminismi a confronto grazie agli Women’s Studies
Tra i dipartimenti di Italianistica delle Università americane
e i Caucus statunitensi un importante scambio di esperienze e culture
Intervista di Loredana Magazzeni a Cosetta Seno

PRIMOPIANO

Da modello della Patria alla damnatio memoriæ
Erminia Fuà Fusinato, ebrea e poi cattolica, fu poetessa, educatrice,
 simbolo per le donne del Risorgimento. Un suo busto fu scolpito per essere esposto al Pincio. Ma le leggi razziali la cancellarono dalla Storia
di Gabriella Romani

Relazioni, oltre la famiglia eterosessuale
Riflessioni, testimonianze e storie che ci parlano delle nuove forme di intimità possibili nel nostro mondo in divenire, anche nella sfera privata. Il valore delle narrazioni (Barbara Mapelli)
di Giuliana Misserville

Storia di un esilio
Una vita errante quella della scrittrice partenopea Fabrizia Ramondino, da Palma di Maiorca alla Francia alla Germania. Ma Napoli resta il cuore della sua fantastica scrittura
di Carolina Germini

Trittico femminile
Le protagoniste di Althénopis – la nonna, la madre, la figlia – e la voce narrante mettono in scrittura una singolare esperienza di elaborazione del trauma che diventa romanzo del divenire di una vita
di Laura Fortini

Il nome del padre. Pagine bianche
Il padre resta, ancora, la figura potente che influisce su sentimenti, emozioni, atteggiamenti della figlia al punto da determinarne l’autostima,
da tracciarne il destino. Eppure ci sono dei cambiamenti in atto
di Saveria Chemotti

Una magnifica eroina dimenticata
Un faticoso e paziente lavoro d’archivio fa riemerge dal passato
la figura dell’unica donna che partecipò alla spedizione dei Mille. Un romanzo storico di Maria Attanasio che getta nuova luce sul nostro Risorgimento
di Pina Mandolfo

Dalla parte dei vinti (Maria Attanasio)
di Anna Trapani

Lo stereotipo della Puella, da meraviglia a mostro
L’immenso immaginario che si ritrova nella “descrizione della fanciulla” tra arte e poesia interroga l’idea del “bello” dal mondo omerico a Cervantes in un ricchissimo saggio di María de las Nieves
di Marina De Chiara

Quelle della Rive Gauche
Nel 1986, Shari Benstock ritrae un vasto affresco sulle scrittrici, artiste e intellettuali che nella Parigi dei primi decenni del Novecento fecero parte della sperimentazione modernista:
 una comunità di esuli che mise in discussione i canoni culturali e letterari
di Daniela Daniele

Riparare un’ingiustizia
Un piccolo libro prezioso in cui Patrizia Carrano torna con la memoria al tempo della scuola per riscattare un compagno vittima di una insensata selezione classista
di Daniela Matrònola

Tracce a stento salvate
Finestre, porte, vetrate, parapetti, soglie costituiscono l’architettura portante
di un libro di memorie di Mireille Gansel che disegna
una topografia corale degli eventi più tragici del secolo ma anche di un oggi dai segni inquietanti, per il popolo ebraico ma anche, forse, per tutti noi
di Annalisa Comes

UNDER-15
a cura di Sara Bennet

Angioletti custodi (Geraldine Elschner e Fréderick Mansot)
Bambini a rischio (Maria Grazia Anatra e Serena Mabilia)
Miniature dei mesi (Christine Beigel e Delphine Jacquot)
Fiabe dall’India (Emanuela Sabatini)
Un trauma da elaborare (Giuliana Facchini)

LETTURE

Tra l’inferno e la vita (Evelina Santangelo)
di Elvira Federici

Atto finale per la saga di Annika (Liza Marklund)
di Nadia Tarantini

Violenza a Bogotà (Melba Escobar)
di Alessandra Riccio

Il diritto di scegliere (Sara Colaone)
di Maria Vittoria Vittori

Cartografia di emozioni (Lauren Groff)
di Maria Vittoria Vittori

Un guerriero di nome Marinette (Maria Scerrato)
di Maria Vittoria Vittori

Cuba riattraversata (Comello/B. Tutino)
di Alessandra Riccio

Far ripartire il tempo (Nadia Terranova)
di Maria Vittoria Vittori

RUBRICHE

≡ IN/NOTE
Giorno della memoria. Libero è il mio canto
di Loredana Metta

≡ GIARDINI IMMAGINARI
Coltivare la libertà (Zadie Smith)
di Giuliana Misserville

≡ CANTO&CONTROCANTO
Antifascista è chi antifascista fa
di Laura Marzi e Francesca Maffioli

≡ TOP FIVE
I magnifici 5
a cura di Nadia Tarantini

≡ NEWS
Appuntamenti e notizie
a cura di Giulia Crispino