Una vetrina dell'intelligenza femminile

Insieme dal 1997

La nostra storia

Leggendaria. Libri Letture Linguaggi è una testata autonoma e indipendente nata nel gennaio 1997 e distribuita su questo sito, in libreria e per abbonamento. Una prima serie, “legendaria” è uscita prima come supplemento al mensile Noidonne e poi “cangurata” dalla stessa testata dal 1986 fino al dicembre del 1996. Ideata e diretta da Anna Maria Crispino, è prodotta da un nucleo redazionale ristretto (Simona Bonsignori, Federica Fabbiani, Monica Luongo, Giuliana Misserville, Silvia Neonato, Matilde Passa, Nadia Tarantini, Marina Vitale, Maria Vittoria Vittori) e da un collettivo redazione (Mariapia Achiardi Lessi, Sara Bennet, Maria Clelia Cardona, Elianda Cazzorla, Annalisa Comes, Giulia Crispino, Zara De Min, Luciana Di Mauro, Elvira Federici, Antonella Fimiani, Franca Fossati, Ilaria Franciotti, Zuzanna Krasnopolska, Maria Rosaria La Morgia, Maristella Lippolis, Francesca Maffioli, Loredana Magazzeni, Barbara Mapelli, Laura Marzi, Daniela Matrònola, Loredana Metta, Chiara Mezzalama, Sanzia Milesi, Gisella Modica, Isabella Pinto, Sara Pollice, Alessandra Quattrocchi, Alessandra Riccio, Ivana Rinaldi, Giorgia Serughetti).  Si avvale inoltre di un ampio giro di collaborazioni qualificate, di studiose e appassionate, giornaliste e scrittrici, senza escludere le firme maschili. Nel 2001 Leggendaria ha ricevuto il “Premio Elio Vittorini” (VI edizione), sezione per gli inserti e le riviste culturali.

La rivista

Leggendaria non riceve alcun contributo statale o di altri enti pubblici o privati per lo svolgimento della sua attività. Tutte le collaborazioni “di scrittura” sono volontarie e non pagate. La rivista si colloca nell’ambito degli strumenti del pensiero critico, assumendo il sapere e l’esperienza delle donne come punto di vista collocato e privilegiato per la critica del presente: ha un approccio multidisciplinare e multiculturale rivolto a donne e uomini, ed è particolarmente attenta alla trasmissione generazionale. Favorisce la scrittura di giovani donne e dedica una sezione apposita ai giovani lettori e alle giovani lettrici – “Under15”.

Ogni numero si apre con un “Tema”, cui concorrono contributi diversi e interagenti: consideriamo prioritario, a partire dalla produzione editoriale e più ampiamente culturale (cinema, media, teatro, Tv, fumetti, videogiochi etc.) – oltre che alle iniziative di confronto come seminari, convegni, fiere e rassegne – costruire percorsi e connessioni che consentano il continuo aggiornamento di una mappa di conoscenza e comprensione dentro uno scenario politico-culturale che sappiamo essere sempre mutevole, e che va dunque costantemente re-interrogato anche riformulando le domande. Lo “Speciale”, collocato di solito al centro del fascicolo, pubblica dialoghi, saggi o mappature bibliografiche ragionate su singoli temi o figure di rilievo. I “Focus” approfondiscono singoli argomenti o autrici o generi letterari o artistici. In “Interventi” pubblichiamo opinioni sui temi più controversi del dibattito tra donne mentre “Confronti generazionali” mettono in dialogo figure di età diversa nel comune orizzonte dei femminismi.  “Incontri” e “Reportage” completano spesso i singoli fascicoli mentre una sezione specifica la dedichiamo a temi e protagoniste/i del mondo della “Scuola”.

In “Primopiano” approfondiamo l’analisi di singole figure di scrittrici, artiste, pensatrici o alcuni percorsi tematici creando mappature bibliografiche di riferimento; in “Letture” offriamo recensioni su libri di recente uscita. Nella rubrica “A/margine” trattiamo spesso di eventi o iniziative che riteniamo di particolare interesse (convegni e seminari, rapporti di istituzioni anche internazionali, mostre d’arte, rassegne cinematografiche, performance teatrali etc.). “News” segnala gli appuntamenti di interesse per il nostro pubblico.

Infine, dedichiamo risorse e grande attenzione alla formula grafica, l’impaginazione e la scelta delle immagini: siamo convinte che nell’epoca dell’informatizzazione e del virtuale, preservare e trasmettere il gusto della lettura su carta, il contatto tattile, olfattivo e visivo con la parola scritta come oggetto anche materiale – prodotto di corpi pensanti – sia una delle sfide più appassionanti da affrontare.

La direttora

Anna Maria Crispino
Anna Maria Crispino, giornalista, saggista e consulente editoriale, ha fondato e tuttora dirige la rivista Leggendaria. Libri Letture Linguaggi. È tra le fondatrici della Società Italiana delle Letterate (SIL) di cui è stata vice-presidente e presidente e di cui dal 2000 organizza, con altre, il Seminario estivo residenziale.

La redazione

Simona Bonsignori
Federica Fabbiani
Monica Luongo
Giuliana Misserville
Silvia Neonato
Matilde Passa
Nadia Tarantini
Marina Vitale
Maria Vittoria Vittori