Leggendaria 129 - Passo a due
Leggendaria 129 - Passo a due
Retro

Passo a due: lei e lui. Li vedete avanzare affiancati nella grande scultura di Lynn Chadwick che abbiamo scelto per la copertina. Sì, perché ci sono esempi di “coppie virtuose”, di donne e uomini che sono riusciti non solo a stare insieme a lungo e felicemente ma anche a collaborare, fare “opere” comuni nel rispetto reciproco, nello scambio emotivo e intellettuale, e nella condivisione. Barbara Mapelli ci propone un percorso che ce le racconta alcune di queste coppie – e scoprirete che non sono quelle a cui solitamente si pensa. E invita a farci qualche domanda sulle diverse possibili relazioni tra i generi, sull’eterosessualità e sull’androgino.

Cade a maggio il quarantesimo anniversario della Legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza: il fronte anti abortista è sul piede di guerra – in Italia, in Polonia, in Irlanda per non parlare dell’America Latina – e il movimento delle donne è ancora chiamato a sventare minacce di ritorno indietro. Ma forse è anche opportuno riaprire la discussione sugli esiti, le ambiguità e i limiti di quella legge.

Ricordiamo Marielle Franco, la giovane attivista nera uccisa in Brasile; parliamo di uno spettacolo teatrale che legge L’amica geniale di Elena Ferrante e dell’atteso serial televisivo tratto dalla quadrilogia ancora in lavorazione. Abbiamo incontrato Annarosa Buttarelli per farci raccontare le sue Accademie, e Saveria Chemotti sul suo ultimo libro che chiude una trilogia. E poi, c’è solo l’imbarazzo della scelta nei nostri “Primopiano” e le nostre “Letture”, senza dimenticare le fantastiche “Rubriche”. Non vi resta che leggere… siate Leggendari/e!

Svuota

Descrizione

LEGGENDARIA N. 129/2018
MAGGIO 2018 – 94 PAGINE

Editoriale

TEMA / PASSO A DUE

Coppie virtuose
Un percorso narrativo attraverso la storia di alcune coppie donna-uomo che hanno unito le loro intelligenze e compiuto, grazie a ciò, imprese intellettuali nei più diversi campi
 dalla scienza, alla letteratura, al cinema, all’arte, alla fotografia
a cura di Barbara Mapelli

La storia di Hansel e Gretel
di Barbara Mapelli

Padri vittoriani e figlie geniali
Il reverendo George Austen crede in
sua figlia Jane, tanto da tentare di farla pubblicare. Come il reverendo Patrick Brontë che lascia a figli e figlie piena libertà di scorrazzare nella propria biblioteca. E come Sir Leslie Stephen nei confronti della figlia Virginia. Sono padri che hanno autorizzato l’indipendenza della mente delle loro figlie
di Liliana Rampello

George e Gustave, diversi eppure uniti
Un dialogo ininterrotto, oltre ottomila lettere, tra George Sand, la
 prolifica scrittrice al centro della vita mondana parigina, e Gustave Flaubert, l’eremita ossessionato dalla necessità di perfezione della scrittura: un’amicizia che nasce e dura nonostante le differenze
di Marina Piazza

Molly e Poldy, un matrimonio particolare
I due protagonisti dell’Ulisse di Joyce, quel 16 giugno 1904, attraversano la crisi della propria relazione ribaltando i codici stabiliti: lui è un marito servizievole, incline alla lascivia, sottomesso alla moglie, libertina e dominante. Sarà proprio questo rimescolamento di caratteristiche maschili e femminili a rinsaldare il legame
di Pierfilippo Pozzi

L’amore al tempo di Plutarco
Nel I secolo d.C. il prolifico scrittore, innamorato della moglie Timossena che sarà sua compagna per la vita, difende la validità dell’amore coniugale ed eterosessuale, senza rinnegare la bellezza delle relazioni omosessuali tra maschi da secoli considerate superiori in parte del mondo greco
di Vittoria Longoni

Cixoux e Derrida, la telepatia come relazione
Lui è il lettore privilegiato degli scritti di lei. Poi anche il contrario. Quindi la scrittura e il pensiero diventano un legame,
il fondamento di una relazione di grande amicizia e di stima reciproca
di Nadia Setti

La Dea della Differenza sessuale
La madre della écriture féminine e il filosofo della decostruzione dialogano sulla Dea scrivendo l’una all’altro e leggendosi,
 dunque inscenando e incarnando il sapere della differenza nel linguaggio
di Silvana Carotenuto

Un sodalizio a favore delle donne
Harriet Hardy Taylor e John Stuart Mill, prima amici e poi, nel 1851, sposi, elaborarono insieme le teorie sulla necessità di una nuova educazione femminile che emancipasse le donne dal rigido destino coniugale che le imprigionava. 
Nei loro scritti l’incontro si fa reciproco stimolo intellettuale
di Claudia Alemani

Lin e Vin, un Nobel tutto per lei
Elinor Awan Ostrom e Vincent Ostrom, economisti, una intera vita insieme. Ma Lin ha vinto il Nobel nel 2009, unica donna ad avere questo riconoscimento nel campo dell’economia. Il loro lavoro ha dimostrato come i beni collettivi possono essere gestiti efficacemente dalle associazioni di utenti
di Liliana Moro

In sintonia nel mondo dei numeri
Grace Chisholm e William Henry Young si conobbero nel 1889 a Cambridge, dove lei aveva vinto una borsa di studio e lui era suo tutor.
Si sposarono ed ebbero sei figli, ricevendo entrambi molti riconoscimenti, solo che Grace spesso non firmava gli articoli scritti con lui
di Sara Sesti

Katharine e Spencer, star a confronto
Hepburn e Tracy si conobbero nel 1941. Due caratteri diametralmente opposti: combattiva, atea e trasgressiva, lei, figlia di una suffragetta
e di un medico progressista; lui un cattolico praticante, di origini irlandesi, simbolo della “faccia buona e onesta” dell’America. Ventisei anni d’amore, di perfetta intesa professionale e di grande dedizione reciproca
di Giovanna Pezzuoli

Gerda e Robert, insieme contro il fascismo
Si incontrano a Parigi nel 1933, ebrei in fuga dal nazismo e i loro veri nomi
sono Gerta Pohorylle e André Friedman. Lei ha qualche anno in più e fa politica, lui scatta foto. Quando si innamorano cominciano a collaborare e Gerta inventa il loro nome comune: Robert Capa. Che ha un’agente: Gerda Taro.
 È nata la celebre coppia di doppi che cambierà la storia della fotografia
di Sabina Langer

Un’attrazione fisica oltre il sesso
Nathan Never è un malinconico poliziotto privato che ha per collega l’esuberante Rebecca Weaver detta “Legs”. Insieme sono stati
 un successo editoriale e una coppia riuscita, frutto
 di sceneggiatori maschi e disegnatrici femmine. La loro attrazione fatale è l’azione, mai il sesso perché Legs è la prima eroina lesbica dei fumetti italiani
Conversazione a più voci a cura di Alberto Ostini

FOCUS / ABORTO

A 40 anni dalla 194
di A. M. C.

Questioni ancora aperte
Nel quarantennale della 194, è tempo di discuterne ambiguità e limiti, dall’obiezione di coscienza al mancato riconoscimento
 della piena autodeterminazione delle donne
di Elena Caruso

Referendum, ultimo atto?
Il 25 maggio si vota in Irlanda per il referendum che cancellerà l’emendamento che equipara donna e nascituro. Si prevede la vittoria del sì,
anche se dal voto sono escluse le due categorie più a rischio:
le giovanissime e le immigrate. E poi si dovrà ancora legiferare…
di Laura Fano

Il braccio di ferro continua
La rivoluzione degli ombrelli in Polonia va avanti: la manifestazione
del 23 marzo è stata un successo ma la maggioranza delle donne vogliono che la legislazione sull’aborto resti quella che è. In autunno l’anniversario dell’indipendenza rafforzerà i nazionalisti; quello del suffragio femminile forse servirà a ricompattare il fronte femminista e antifascista?
di Zuzanna Krasnopolska

IN MEMORIA

Una morte che sa di esecuzione
Era bella Marielle Franco, una garota di 38 anni,
nera, lesbica, tosta e di sinistra.
 Veniva dall’inferno della favelas di Rio, era stata eletta al consiglio comunale
della metropoli brasiliana, l’hanno uccisa con quattro colpi di pistola il 14 marzo scorso
di Alessandra Riccio

A/MARGINE

Due amiche portano Ferrante in scena
A colloquio con Chiara Lagani e Fiorenza Menni, interpreti di uno straordinario adattamento teatrale de L’amica geniale. Un processo di lettura e reinvenzione che nasce dal lavoro del gruppo Fanny&Alexander: le due attrici in scena si rimandano la parola senza distinguersi, l’una sempre sintomo dell’altra
Intervista di Sarah Perruccio a Chiara Lagani e Fiorenza Menni

PRIMOPIANO

La breve parabola di Adriana
La storia di una giovane donna amata e coccolata
come una piccola dea nella Napoli degli anni Trenta, amica-sorella di Anna Maria Ortese, diventa il ritratto di un’epoca che appare, come la nostra, colpevole di indifferenza (Sergio Lambiase)
di Giovanna Mozzillo

Una corsara di nome Natalia
Non una biografia bensì un ritratto quello che Sandra Petrignani dedica a Natalia Ginzburg, autrice di Lessico famigliare, intrecciando vicende esistenziali e trame letterarie
di Maria Vittoria Vittori

Le grandi virtù di una Maestra
Le quattro “lezioni” che un giovane autore latinoamericano ha imparato dalla scrittrice italiana Natalia Ginzburg, cui riconosce una vera grandezza
di Rodrigo Asbún

Dai campi dell’Utah alle ferite d’Abruzzo
Guardare all’Italia dagli Usa e agli Usa dall’Italia in un gioco di rimandi che trasforma i due recenti romanzi della scrittrice aquilana Laura Benedetti 
in una ricerca sulla migrazione lontana dagli stereotipi
di Serena Guarracino

≡ MARIA CHIARA RISOLDI
Distinguere e analizzare
Il movimento #MeToo ha messo in evidenza come il patriarcato sia ancora vivo e vegeto
nelle strutture mentali profonde di uomini e donne
di Claudia Mancina

Se si risveglia un “altro senso”
Un incidente stradale e l’incontro con una donna africana 
distruggono il tran tran del dottor Eitan. Un thriller psicologico che è anche un’analisi spietata delle contraddizioni che attraversano lo Stato di Israele (Aylet Guindar-Goshen)
di Matilde Passa

Le tribolazioni di Miss P.
Pubblichiamo l’introduzione alla prima edizione italiana
di un libro scritto durante la Guerra Civile americana
da una infermiera d’eccezione: quella Louisa May Alcott
 che sarebbe diventata famosa come autrice di Piccole donne
di Daniela Matrònola

Eppure c’era metodo nella sua follia
Trilogia s.c.u.m. ripropone i testi della femminista passata alla storia
per aver quasi ucciso Andy Warhol nell’ambito della guerra dichiarata ai maschi. Ma Solanas ha molte cose da dire anche al femminismo di oggi
di Serena Guarracino

Quel corpo-voce che ha fatto e si è fatto epoca
Un volume a più voci indaga sulle ragioni non solo musicali che hanno reso Maria Callas una delle figure indimenticabili del teatro e della nostra cultura.
 E un docufilm ce la restituisce nella sua disarmante unicità
di Matilde Passa

INCONTRI

Accademie per imparare a ri-governare il mondo
Alla Gnam di Roma il via a un progetto che vuole dare autorità alle donne
che intendono stare nei progetti sociali e nella sfera politica senza essere riassorbite nel “neutro” patriarcale. Un modo per uscire dall’estraneità radicale
e mettere a frutto la rivoluzione femminile.
Intervista di Elvira Federici a Annarosa Buttarelli

Parla con loro
Nonna e nipote vivono a distanza di anni lo stesso, drammatico, conflitto di fronte
a una gravidanza indesiderata. Ma gli esiti saranno diversi perché la capacità
di darsi valore, attraverso la cultura, metterà in discussione la mistica della maternità
Intervista di Elianda Cazzorla a Saveria Chemotti

LETTURE

L’ottimismo che ci ingannò (Lia Levi)
di Anna Trapani

Dialogo oltre il tempo (Daria Martelli)
di Laura Bertolotti

Una bimba Thai (Vatinee Sutimol)
di Anna Mainardi

Il formarsi di uno sguardo (Serena Dinelli)
di Elvira Federici

Violenza e porno (Joy Ellis)
di Sara Bennet

Sul treno, per caso (Teresa Driscoll)
di S. Be.

Spartiti di vite (Paola Gamma)
di Anna Mainardi

Roma, potenza dell’invocazione (Aurelio Picca)
di Daniela Matrònola

Così recita la filosofia dell’istante (Eleonora Pinzuti)
di Ivana Rinaldi

RUBRICHE

≡ GIARDINI IMMAGINARI
Anche nel verde l’ispirazione è monosex (Guido Davico Bonino)
di Giuliana Misserville

≡ IN/VERSI
La natura “femminile” degli alberi (Annalisa Comes)
di Maria Clelia Cardona

≡ IN/NOTE
Per Lili Boulanger
di Loredana Metta

≡ TOP/FIVE
La nostra classifica dei libri preferiti
a cura di Maristella Lippolis

≡ CANTO&CONTROCANTO

GABRIELLA TURNATURI
L’ambivalenza dei desideri (Gabriella Turnaturi)
di Francesca Maffioli e Laura Marzi

NEWS
Appuntamenti e notizie
a cura di Giulia Crispino